Loading

Monitorare la pressione per evitare rischi

Sono addirittura 15 milioni gli italiani che soffrono di ipertensione. Un numero enorme di persone che dovrebbero cercare di tenere i valori sotto controllo per non correre grandi rischi. Va infatti ricordato come la pressione alta possa manifestarsi coi seguenti sintomi: vertigini, colorito anormale del viso, tachicardia, fiato corto, cefalea, ronzio delle orecchie, vista annebbiata e perdite di sangue dal naso.
Se questi sono alcuni dei sintomi, va poi ricordato come la mancanza di cure verso l’ipertensione può infine sfociare in lesioni alle arterie, aneurisma, patologie renali, insufficienze di cuore e circolazione.
Per cercare di contrastare l’ipertensione il consiglio dato dai medici è quello di adottare stili di vita più sani, partendo magari da una dieta che limiti l’assunzione di sale e aumenti il consumo di frutta, verdura, cereali e legumi.
Uno studio condotto dalla Boston University School of Medicine ha dal canto suo indicato nella regolare assunzione di yogurt un buon antidoto contro la pressione alta.
L’importante, comunque, è cercare di monitorare in continuazione i valori della pressione, in modo da non farsi trovare impreparati nel caso essi si alzino a livelli preoccupanti. Anche la tecnologia ci può venire in soccorso da questo punto di vista.

Il misuratore di pressione

Sono sempre di più gli italiani che decidono di adottare un misuratore di pressione all’interno delle mura domestiche, evidentemente consapevoli dei vantaggi assicurati dal monitoraggio della stessa. Lo sfigmanometro, però deve essere utilizzato nel modo più adeguato per non inficiare le rilevazioni e indurre a falsi allarmi.
Quando si decide di acquistarne uno, occorre intanto fare in modo che da un punto di vista della funzionalità possa ripagare l’investimento effettuato. Al proposito ricordiamo che chi intenda conoscere meglio il misuratore di pressione può senz’altro navigare in rete, ove sono presenti molti siti in grado di fornire preziose informazioni al riguardo.
Altra cosa che occorre sapere è che molte rilevazioni vengono viziate in partenza da errori formali abbastanza evidenti, che si tramutano in un innalzamento fittizio dei valori riscontrati. Le misurazioni della pressione, infatti, dovrebbero essere condotte prendendo una serie di accorgimenti ben precisi, del resto consigliati dal personale medico. Ad esempio non si dovrebbe fumare o assumere alcool nei 30 minuti che precedono la rilevazione, nè tanto meno visionare eventi sportivi o fiction che potrebbero comportare stati di tensione. Allo stesso tempo la rilevazione dovrebbe essere fatta stando seduti e senza incrociare le gambe.
Si tratta solo di alcune delle precauzioni da prendere per poter avere misurazioni adeguate, che peraltro andrebbero ripetute con una certa frequenza per poi stilare una media dei risultati, i quali infine dovrebbero essere registrati su un quaderno e presentati al proprio medico di base per una sua valutazione.