Loading

Lavatrice, cosa lavare e cosa no

La lavatrice è un elettrodomestico indispensabile in ogni casa. Peccato che non tutti abbiano compreso il suo uso. C’è chi si vanta di poter lavare di tutto in lavatrice, ma forse l’ha scambiata per una discarica anziché una macchina ‘lava-panni’. Eppure c’è chi la usa per lavaggi a dir poco azzardati, come un paio di stivali di camoscio che sarebbe decisamente meglio lavare a secco con l’ausilio di una buona spazzola detergente. E i cuscini in piuma? Anche questi si possono lavare in lavatrice? In questo caso la risposta è sì, i cuscini di piume sono lavabili in lavatrice, purché non vi siano fori nella fodera e, comunque, richiedono attenzione e l’utilizzo di ammorbidente. Idem per i piumini, la maggior parte possono andare in lavatrice, per quanto alcuni tipi preferirebbero un lavaggio a secco.

Se volete esserne certi, consultate l’etichetta, dovrebbe riportare il simbolo che consente il lavaggio in lavatrice, se è sbarrato astenersi. E gli zaini? Nessuna controindicazione, gli zaini possono essere lavati in lavatrice, specie se piccoli e senza riporti metallici, mentre i borsoni impermeabili più ingombranti sono sconsigliati. Per lo zaino si consiglia di utilizzare una federa, per preservare il resto del bucato dal contatto con cinghie e cerniere. Altro dilemma i reggiseni. Qui c’è da fare un distinguo fra i modelli imbottiti, a balconcini o semplici senza ferretto. Se si tratta di una semplice striscetta di stoffa no problem, ma in presenza di imbottiture ed elementi metallici si rischia grosso, nel senso che il reggiseno potrebbe tornare alla base massacrato dalla centrifuga della lavatrice.

In linea di massima se ne sconsiglia il lavaggio in lavatrice se non si vogliono brutte sorprese. Generalmente lavare il reggiseno in lavatrice non è una buona idea, anche se nulla lo vieta. Se proprio non se ne può fare a mano si scelga almeno un ciclo delicato che rispetti i tessuti senza alterarli, usando detergenti neutri e non aggressivi. Anche in questo caso, sarebbe preferibile introdurre i reggiseni in una busta separata, ovviamente retata o con fori per far agire il detergente, in modo da non far sbattere eventuali ferretti sulle pareti del cestello. Ovviamente, si tratta di usi sconsigliati, anche nel rispetto della macchina e a tutela dell’incolumità dei capi.