Loading

Lavasciuga, quando e perché acquistarla

Come è necessario il bucato, lo è altrettanto asciugare al meglio la biancheria. La lavasciuga fa tutte e due le cose, lava e asciuga riassumendo in un solo ‘corpo’ due funzioni basilari come il lavaggio e l’asciugatura. Nella lavasciuga, disponibile sul mercato in un vasto assortimento di modelli visionabili su www.lavasciugamigliore.it  si concentra il ciclo completo del bucato moderno, che una volta si faceva nei lavatoi pubblici strofinando lenzuola e indumenti con sapone di Marsiglia e una buona dose di olio di gomito. La comodità degli odierni elettrodomestici semplifica la vita e rende facile e veloce ciò che prima richiedeva tempo e fatica. Nel caso della lavasciuga per chi non ha la possibilità di stendere i panni sul terrazzo o sul balcone e non ha spazio in casa per lo stendino è la soluzione migliore per avere panni sempre asciutti e pronti per il ferro.

L’acquisto di una lavasciuga consente di ottimizzare i tempi facendo in un colpo solo il lavoro di due macchine, permettendo anche un notevole risparmio di spazio negli ambienti domestici. Il bello della lavasciuga è che permette di estrarre la biancheria già asciutta dall’oblò al termine del duplice ciclo di lavaggio e asciugatura. Al pari di una comune lavatrice ha molti programmi a scelta, soprattutto in base al tipo di tessuto dei capi da trattare. I nuovi modelli consentono la programmazione del ciclo di lavorazione all’ora voluta, anche da remoto, per poter sfruttare le ore più economiche, solitamente in notturna o nei fine settimana per chi dispone di fascia bioraria.

Per un ulteriore risparmio di tempi e consumi energetici si suggerisce di programmare più giri di centrifuga in fase di lavaggio, di modo che nella fase successiva dell’asciugatura i panni arriveranno più strizzati e già semi-asciutti, facilitando il completamento dell’opera. Ricordarsi sempre che la capienza varia da lavaggio ad asciugatura, nel senso che un carico di panni da lavare non equivale allo stesso carico destinato all’asciugatura. Lo si comprende meglio pensando al fatto che la biancheria asciutta è più voluminosa e, quindi, occupa più spazio di quella bagnata, perciò calcolare sempre che se all’inizio il cestello è colmo alla fine del lavaggio dovrà essere estratta al meno la metà del carico per procedere all’asciugatura.