Loading

A cosa serve e come si usa una macchina sottovuoto per alimenti

Mettendo i cibi sottovuoto è possibile conservarli al meglio, per un lungo periodo di tempo e senza fargli perdere le proprie caratteristiche nutritive. Dopo aver esaminato fattori come la destinazione d’uso, ma anche l’intensità di utilizzo, il costo, il peso e l’ingombro, e altri dettagli preliminari possiamo procedere a scegliere il prodotto che più fa al caso nostro. Qualsiasi modello scegliamo di acquistare dobbiamo saperlo usare al meglio. Possiamo leggere la guida approfondita su questo sito e sull’articolo in particolare sulle macchine sottovuoto per alimenti, oppure procedere nella lettura per avere chiarimenti.

Il funzionamento di una macchina sottovuoto in realtà è molto semplice ed elementare. Ci basterà inserire i cibi nell’apposita sacchetta (di solito fornita insieme alla macchina stessa) in un pacchetto che sia delle dimensioni adeguate per contenere al meglio gli alimenti al suo interno. Delle volte è possibile plasmare tali sacchetti, ricavandoli da un unico rotolo grande che possiamo tagliare con la macchina stessa della grandezza che preferiamo. Infatti grazie al taglierino interno alla macchina questa operazione diventa semplice e in pochi istanti potremmo portarla a termine.

Una volta preparato in questo modo il pacchetto possiamo procedere a chiuderlo in maniera ermetica. Ricordiamoci di lasciare un piccolo margine per riuscire al meglio nell’operazione. Per eseguirla ci basterà porre l’estremità ancora aperta sulla barra sigillante, assicurandoci di averla fatta aderire al meglio e in maniera omogenea. Fatto ciò chiudiamo la macchina, e aspettiamo di sentirne il rumore di conferma per procedere. Se tutto va come dovrebbe, allora siamo pronti ad azionare la macchina. Arrivati a ciò possiamo solo aspettare che l’apparecchio faccia il resto in maniera autonoma e automatica, e di solito questa attesa è scandita da luci che ci indicato che la macchina sta elaborando l’input. Una volta finito anche questo passaggio, quando cioè sarà stata aspirata tutta l’aria all’interno del sacchetto e lo stesso sarà stato chiuso ermeticamente, il cibo può considerarsi messo sottovuoto. In alcuni casi possiamo anche solo decidere di sigillare il cibo, o di essiccarlo e basta. È possibile effettuare queste operazioni con tutti i tipi di cibo, di vario genere e dimensioni. Si aspira e sigilla l’umido, il secco e anche i liquidi.